Barche a Vulcano
Dove vuoi andare?
  ISOLE EOLIE
  ISOLE EGADI
  ISOLE PELAGIE
  ALTRE ISOLE
Iscriviti alla newsletter!
GITE ED ESCURSIONI VULCANO

Isola di Vulcano

Come arrivare

Eventi

Gite ed escursioni

Numeri utili

Traghetti

Foto

News

Video

Dormire

Hotel

Residence

Case Vacanze

Campeggi

Bed & Breakfast

Affittacamere

Agriturismi

Mangiare

Pizzerie

Ristoranti

Ristoranti/Pizzerie

Trattorie

PUNTI D'INTERESSE ISOLA VULCANO
Alla Fossa della Fucina.
La Fucina degli Dei è accessibile abbastanza facilmente. Una volta arrivati al picco del cratere, si è colpiti dall’odore pungente dei gas solforosi; infatti vi sono numerose fumarole e miniere solforose. Il paesaggio lunare ancora mostra tracce delle ultime eruzioni vulcaniche (esplosioni e lava solidificata). Durante la discesa è consigliata una tappa alle calde piscine fangose.

ESCURSIONI SUBACQUEE
  • la Parete della Sirenetta: il vulcanismo è senza dubbio la caratteristica più particolare dell’Arcipelago eoliano e rende queste isole note e apprezzate in tutto il mondo. Scendere lungo il versante di un antico cono vulcanico non è un’esperienza da tutti i giorni. Trovare il punto d’inizio è molto semplice. Venendo da Lipari si attraversa il canale lasciandosi alla destra il porto di Vulcano. Continuando lungo la costa per poche centinaia di metri, ad un certo punto appare un largo scoglio sormontato dalla statua di una sirena che emerge a pochi metri dalla costa. Qui ci si ritrova su una piattaforma rocciosa, che improvvisamente cede il posto ad una ripida parete; a pochi metri dal bordo il fondale comincia a degradare rapidamente. I bastioni di lava nera cadono decisi verso la sabbia, che cade a sua volta verso gli abissi, seguendo un’inclinazione molto ripida. Ad una profondità di 15 metri vale la pena girar intorno allo scoglio della Sirenetta, caratterizzato da larghe pietre appoggiate sul fondo. In alcuni tratti la sabbia è giallo- rossastra; sono anche visibili le emissioni di gas e la fuoriuscita di acqua calda dal fondo. Seguendo, a circa tre metri di profondità, il limite tra le rocce della costa e l’inizio del pianoro, si notano alcune cavità. La prima che si incontra, venendo dallo scoglio della Sirenetta ed andando verso il porto, non è profonda ma è ricca di emissioni di acqua termale; la seconda penetra per alcuni metri nella roccia e risale per raggiungere la superficie di un minuscolo laghetto ipogeo di acqua marina, molto spettacolare;
  • a Capo Testa Grossa: osservandolo dal mare, notiamo che è composto da una propaggine massiccia  che termina con una parete piuttosto allungata, che scende nel mare con un andamento nord-sud. Da qui si va giù nell'acqua in una cala a nord del capo, vicino alle rocce. Infatti, nella cala la roccia affonda a picco formando una parete verticale concrezionata dove si trovano meravigliose colonie di spugne. Nuotando si arriva alla punta vera e propria. Qui si trova un’atmosfera veramente suggestiva: la parete cade verticalmente nell’acqua, ma è estremamente articolata. Le rocce sono frastagliate in picchi, canali, e rientranze. Questa imponente morfologia continua per alcuni metri, fino a profondità piuttosto elevate, superiori a 50 metri.
  • alla Franata dell’Arcipelago: la suggestiva escursione riguarda l’area del canale tra Vulcano e Lipari. Partendo da Lipari o da uno degli approdi di Vulcano, ci si dirige verso le pendici di Vulcanello prospicienti il canale. Il punto in cui immergersi è facilmente identificabile: due hotel costruiti sulla costa, distanti pochi metri l'uno dall'altro. La discesa si comincia nella parte di costa che divide i due edifici. Il fondale scende gradualmente, per alcuni metri, formando un vasto pianoro tra i 3 e i 10 metri, coperto da un'alternanza di piccoli scogli e ampie chiazze di posidonia. Muovendosi, poi, verso Lipari, si segue una direzione perpendicolare alla costa, fino ad  identificare l’inizio di una discesa piuttosto ripida. I primi metri, tra i 10 e i 20, sono caratterizzati dalla presenza di una franata di piccoli scogli. Superato questo tratto, fino a lasciarsi trasportare dalla corrente ad una profondità tra i 35 e i 45 metri, la dimensione dei massi che compongono la franata aumenta enormemente, dando vita ad un fondale molto più spettacolare;
  • a Capo Grosso: è una bizzarra struttura rocciosa che si estende verso il mare come se fosse una fortificazione costruita per bloccare le onde provenienti da sud. La parete è, infatti, assolutamente verticale e non ci sono superfici piatte sulle quali trovare un appoggio. La discesa verso elevate profondità marine è improvvisa. Pochi colpi di pinna, ci si trova sospesi a mezz'acqua di fronte alla sopramenzionata parete verticale. La cosa più evocativa di questa immersione è un tipo di rampa incisa nella parete rocciosa completamente coperta di Astroides;
  • allo Scoglio Quaglietto: la piccola baia cha si apre tra Capo Testa Grossa e lo Scoglio Quaglietto è sicuramente una delle più belle di tutto l’arcipelago. Entrando alla vostra destra scoprirete delle sbalorditive piscine naturali dall' acqua cristallina color smeraldo: questo posto è conosciuto come “il bagno delle Vergini”. Alla fine della cala si apre un’enorme caverna, chiamata “Grotta del Cavallo”, nella quale è possibile entrare in barca. Avvicinandosi allo scoglio ci si deve ormeggiare sul lato sud. Nuotando sul lato esterno e attraversando il canale tra lo scoglietto e il vero Quaglietto, si scende fino al fondo. Da qui, lasciandosi alle spalle la piccola roccia che affiora si inizia la circumnavigazione del Quaglietto; dopo pochi metri si giunge di fronte ad una larga caverna che rappresenta il punto di arrivo della vostra discesa. Al centro della grotta, posizionata sul fondale sabbioso, si erge una statua rappresentativa della Madonna. Dopo una breve sosta al centro della caverna potete procedere verso l’interno armati di una potente torcia: alla fine di essa troverete un fitto banco di gamberetti rossi.

Villaggio Sardegna

Vacanza Calabria

Villaggio Puglia

Vacanza Campania

LE ISOLE ITALIANE SU ISOLE ITALIA
Alicudi  Asinara  Bergeggi  Budelli  Capraia  Capraia  Caprera  Capri  Elba  Favignana  Figarolo  Filicudi  Formiche  Gallinara  Gavi  Giannutri  Giglio  Gorgona  Ischia  Isola cavoli  Isola piana  La Maddalena  Lampedusa  Levanzo  Linosa  Lipari   Mal di Ventre  Marettimo  Molara  Montecristo  Nisida  Palmaria  Palmarola  Panarea  Pantelleria  Pianosa  Pianosa  Ponza  Procida  Razzoli  Salina  San Domino  San Nicola  San Pietro  Santa Maria  Sant'Antioco  Santo Stefano  Santo Stefano  Serpentara  Spargi  Stromboli  Tavolara  Tinetto  Tino  Ustica  Ventotene  Vivara  Vulcano  Zannone 
Patrocini di IsoleItalia Convenzioni di IsoleItalia
FEDERALABERGHI LA SPEZIA
Sponsor
Ristoranti Roma
Noleggio limousine Roma
Discoteche roma
Discoteche Milano
Isole Italia Ŕ un marchio di Xonex srl | P.I. 08359911008 Privacy e cookie Realizzazione sito internet Xonex
Utenti connessi: 20   |   English   |   Condizioni di utilizzo   |   Privacy   |   Disclaimer   |   Site Map   |   Scambio Link
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.