Isoletta di 0,9 Kmq è la più settentrionale dell'arcipelago, dista da Ponza circa 6 miglia e culmina nel Monte Pellegrino (184 m). Zannone, a differenza delle altre isole dell'Arcipelago Pontino, frastagliate e brulle, è regolare, compatta e ricchissima di vegetazione. Costituisce, infatti, l'oasi per la selvaggina di passo. Questa notevole differenza è dovuta alle rocce che la costituiscono, sia vulcaniti liparitiche che rocce sedimentarie e metamorfiche. La bellezza dell'isola dipende in parte dal fatto che dal 1979 Zannone è entrata a far parte del Parco Nazionale a preservarne la folta e rigogliosa vegetazione ricca di lecci che ospitano oltre numerose specie di uccelli.