È la terza dell’arcipelago per grandezza, ma anche la più isolata, insieme con gli isolotti di Spargiotto e Spargiottello e ai numerosi scogli che salgono aguzzi dai fondali. L’isola è raggiungibile da La Maddalena con barche in affitto. Le meravigliose Cala Corsara, d’Alga, Canniccio, e Granara hanno sostenuto la fama che Spargi si è conquistata dopo il ritrovamento a Cala Corsara della nave romana i cui reperti sono conservati nel Museo "N. Lamboglia" a La Maddalena. L’isola è divisa in "tanche", rettangoli di terreno recintati con la pietra per l’allevamento di bovini allo stato brado, è priva di strutture turistiche ed è abitata stagionalmente da pastori. Il punto più alto e panoramico è il Monte Guardia Preposti che raggiunge i 155 metri di altezza.

Itinerario1: Visita di Spargiotto Spargiottello
Per visitare questi due splendidi isolotti è necessario noleggiare una barca a La Maddalena. Situato ad occidente della punta nord di Spargi, ad appena 800 metri di distanza, Spargiotto è la ripetizione in dimensioni ridottissime (0,1080 Kmq) dell’isola madre. La sua particolarità è la vegetazione: vi prosperano numerose specie di piante, di cui alcune endemiche. Numerosi sono anche gli uccelli e, naturalmente, le specie ittiche. A nord-ovest, si trova Spargiottello che i più sportivi possono raggiungere a nuoto. I subacquei potranno decidere di immergersi nell’omonima secca situata 200 metri a ovest e che presenta un dislivello che va dai 3 ai 30 metri.