Marettimo ha la forma approssimativa di un quadrilatero. Marettimo ha un perimetro di circa 18 Km ed una superficie di circa 12 Kmq. Quest’isola è la più montuosa delle Egadi. La sua cima più alta, Monte Falcone, supera i 684 metri di altezza sul livello del mare. Oltre al superbo ed alto Pizzo Falcone l’isola vanta altre cime quali il Pizzo Campana 600 m.; il Pizzo Scaturro 550 m.; il monte Lissandro 515 m.; il Pizzo dello Spalmatore con la sua altissima muraglia rocciosa ed il frastagliato Monte Castiglio. Le magnifiche vette di Marettimo, da ogni loro parte, ci offrono lo spettacolo di meravigliose vedute. Quando le condizioni lo permettono, la vista si estende fino a Pantelleria, al Capo Bon, alle coste dell’Africa, a Trapani, a Marsala, a monte Cofano, al gruppo delle Egadi, alle altre montagne della provincia di Trapani e di Palermo. Alcune delle numerose grotte esistenti sul lato di ponente erano rifugio della foca monaca ormai scomparsa dalle acque siciliane. Le escursioni più belle vanno fatte in barca. La grotta del Cammello, con mare limpido color verde trasparente; la grotta della Bombarda, che affascina per il suo mistero: in fondo, un calcare con forma che ricorda la mitra del Papa e, infine, la grotta del Presepio che è la più bella soprattutto al tramonto quando i raggi del sole le danno una colorazione fosforescente mentre le stalattiti e le stalagmiti diventano preziose sculture. Il punto più suggestivo dell’isola è Cala Manione. Va ricordata, inoltre, Punta Troia sulla quale si eleva un vecchio castello, la mitica Punta Mugnone, estremo vertice NW dell’isola, Cala Bianca, Punta Libeccio dove sorge un faro e Punta Bassana a sud-est, probabilmente uno dei posti più interessanti per gli amanti della subacquea. Marettimo, per la ricchezza dei suoi fondali, è il paradiso dei sub.