L'isola di Lipari è la più grande delle isole eolie con la maggiore popolazione, ed il suo comune le ricopre tutte a parte Salina.
 

L'isola dal clima dolce

In antichità fu chiamata Meligunis che in greco significa dolce, in relazione al suo clima. Il nome venne cambiato in Lipara, cioè grasso o untuoso, col significato semantico di ricca e fertile.
 

Arrivare a Lipari

A nord del centro urbano di Lipari possiamo scorgere il Porto di Sottomanastero. È qui che giungono le vari navi ed aliscafi che attraccano per portare i turisti sull'isola dalle posizioni di Napoli, Messina, Cefalù, Palermo e Milazzo. E ovviamente dalle altre isole!
Il porto è ben collegato al centro ed ai principali paesini di Canneto, Acquacalda, Quattropiani e Piano, tra i quali ci si può spostare senza problemi con l'ausilio di mezzi pubblici o veicoli noleggiati quali biciclette o scooter.
 

Dove passeggiare a Lipari

Il principale punto d'interesse per quanto riguarda la movida o il divertimento un po' più leggero è il centro città di Lipari, fra le varie attrazioni che rendono questo posto conosciuto ci sono:
  • Negozi
  • Ristoranti
  • Bar
  • Gelaterie
Per chi vuole fare shopping, è possibile visitare i tanti negozi, sia per comprare articoli più comuni, che articoli caratteristici del luogo quali ceramiche e altri suovenir.
Per quanto riguarda il cibo invece, Lipari è un centro di gusti e sapori siciliani che possono soddisfare ogni palato, a partire dai ristoranti che possono offrire pesce e frutti di mare prelibati, ai bar che invece permettono di gustare la famosa ganita messinese.

Le Spiaggie Bianche

Dal porto è anche possibile raggiungere le spiaggie più famose dell'isola di Lipari.
Le spiagge bianche sono così chiamate per l'effetto dato dalla candida pietra pomice che con le sue formazioni rocciose sovraste il limpido mare eoliano.
 

La natura vulcanica dell'isola di Lipari

La sua natura vulcanica ha offerto all'isola di Lipari due rocce particolari, una è appunto la pomice, una roccia così leggera da galleggiare, che si usa come levigante per una varietà di vestiti ed utensili, nonchè per la nostra pelle.
L'isola di lipari è stata un punto strategico fin dall'antichità e per questo un centro focale per lo scambio dell'altra roccia, l'ossidiana.
Questa roccia volcanica vitrea è stata utile fin dall'antichità per avere come caratteristica principale l'affilatezza, il che la rese utile per la costruzione di armi ed utensili.
Ad oggi questi sono ottimi souvenir da portare a casa.
Un altro vantaggio portato dalla natura vulcanica di Lipari sono le sorgenti termali chiuse in tempi relativamente recenti dal punto di vista del loro utilizzo principale, ma ancora visitabili e molto attraenti per gli amanti di storia ed architettura.
Tutte queste caratteristiche hanno reso l'isola un centro nell'antichità ed hanno permesso la comparsa di vari siti d'importanza storica ed archeologica.
 

Lipari e storia

Lipari contiene quindi molteplici luoghi di interesse storico e paesaggistico. Eccone alcuni:
  • Il Castello, sovrasta la città, ed è formato da mura, torri ed edifici di diversi periodi unificati in un'unica struttura che con la sua mole comprende al suo interno la maggior parte delle altre attrazioni seguenti.
  • La Cattedrale, ricostruita dopo che Lipari fu distrutta dal pirata Adriadeno Barbarossa nel sedicesimo secolo.
  • La Zona Archeologica, quest'ultima comprende diversi strati che vanno dall'età del bronzo alle civilizzazioni più recenti come quella romana.
  • Il Museo Eoliano, comprende una gran quantità di materiale scoperto durante scavi archeologici in anni relativamente recenti ed è sempre affiancato alla Cattedrale nell'area storica di Lipari.
  • Il Parco Archeologico del Castello, si trova sempre al suo interno e vi sono state ricostruite varie costruzioni antiche tra cui  sarcofagi e tombe
  • Il Parco Archeologico di Contrada Diana, non solo comprende parti importanti della civiltà greca e di città romane, ma tombe e sarcofagi del Museo Eoliano, derivano in gran parte dalla necropoli al suo interno.