Anche detta “Isola dei Gabbiani” (perché stormi di questi uccelli sorvolano il suo mare in attesa di partire per l’inverno), Giannutri è una piccola isola a forma di mezzaluna, interamente percorribile in un paio d’ore. Non ci sono strutture sull’isola in grado di ospitare i turisti perciò è possibile solo visitarla in giornata. Circa trent'anni fa vi sono state costruite numerose ville che l’hanno resa praticamente privata, precludendola così al turismo.
Essendo parco protetto, è necessario osservare, durante una visita, severe norme previste per le riserve integrali, ma forse è proprio per questo che rimane con il passare del tempo un meraviglioso paradiso ricco di bellezze naturali.
Tre sono i rilievi presenti sull’isola: Capel Rosso, Poggio del Cannone e Monte Mario; due sono le spiagge Cala Maestra a nord-ovest e Cala dello Spalmatoio a nord-est. Vi sono numerose pareti rocciose a strapiombo sul mare tra cui la più importante e conosciuta è Cala dei Grottoni. Le baie più famose sono Cala Brigantina, dove è possibile osservare i gabbiani che nidificano, Cala Maestra, nella quale troviamo una limpida acqua tale da vederne il fondo (anche le acque sono dichiarate Parco Marino e come tali protette), Cala dello Scoglio, Cala dello Schiavo, e infine Punta San Francesco e Poggio del Cannone da cui si è in grado di vedere tutta l'Isola.