L’isola di Alicudi è la più occidentale delle isole Eolie.

Veniva un tempo chiamata Ericussa, dal greco antico: “ricca di erica”.

La pianta ricopre infatti interamente le pendici di questo vulcano estinto e conferisce in primavera un tocco magico al panorama ricoperto da una coltre rosa.

Come arrivare ad Alicudi

Come si arriva ad Alicudi? Dista circa 367 km da Napoli e 107 km da Milazzo, da cui si può prendere un aliscafo per arrivarci o altre imbarcazioni.

Per chi vuole passare delle vacanze ad Alicudi e Filicudi, questa è la gemella più ad ovest.

Alicudi si differenzia da Filicudi in quanto è più piccola, quindi più tranquilla ed ha meno abitanti.

Turismo nell’isola di Alicudi

Gli abitanti di Alicudi sono detti “Arcudari”, e sono conosciuti come colossi gentili famosi per la loro forza fisica.

Sebbene l’economia dell’isola di Alicudi girasse attorno a pesca ed agricoltura, al giorno d’oggi i suoi abitanti hanno in parte abbandonato queste attività per dedicarsi al turismo.

Si può infatti notare come la macchia mediterranea abbia invaso i terrazzamenti non più coltivati

La gentilezza e la disponibilità sono quindi di casa ad alicudi ed è facile trovare assistenza su qualsiasi cosa, dagli eventi a dove mangiare e dove dormire.

Si trovano a questo proposito una varietà di:

  • Hotel
  • Case vacanze
  • Affittacamere
  • Bed&Breakfast
  • Ristoranti

Un itinerario per una vacanza nell’isola di Alicudi

Nonostante la mancanza di punti d’attracco nell’antichità, data la sua forma selvaggia e mancanza di insenature, l’isola di Alicudi era già un punto di riferimento, essendo la prima delle Eolie sulla rotta da Palermo o Ustica.

Il giro dell’isola svela molti punti d’interesse imperdibili per chi voglia visitare Alicudi:

  • Piano Filo dell’Arpa (O Timpone della Montagnola)
    Il punto più alto di Alicudi, arriva fino a 675 metri e si può raggiungere tramite mulattiere
  • Timpone delle Femmine
    Zona difficile da raggiungere che fungeva da rifugio per donne e bambini durante le razzie da parte di pirati
  • Piana Bazzina
    Vi è situata l’omonima contrada, i fondali bassi di 5-10 metri permettono fantastiche immersioni in apnea
  • Scoglio Palumba
    Collegato allo scalo principale da una stretta litoranea vi si trova vicino il molo vecchio ed un piccolo paese immerso nella natura cosparso di tipiche case bianche
  • Punta Rossa
    Vi si possono trovare delle colonne di lava chiamate Fili, varie rocce vulcaniche e detriti lavici chiamati Sciare
  • Sciara della Galera e Scoglio Galera
    Il punto meno civilizzato e dunque ricco di flora e fauna marina nelle sue acque limpide
  • Sciara dell’Arpa
    Profondo e suggestivo vallone
  • Punta Roccazza
  • Punta dello Scario Vecchio
    Letteralmente punta dello scalo vecchio, si trovava qui dato il riparo dal vento di tramontana
  • Rupe del perciato
    Un arco naturale creato dalla roccia

Data la sua morfologia è impossibile fare il giro completo di Alicudi via terra. Per praticare escursioni si consiglia di essere accompagnati da una guida esperta; e per un’esperienza completa un tour in barca è indispensabile!

Le spiagge dell’isola sono attorniate da particolari rocce rosse e nere che completano il paesaggio dando quel fascino selvaggio ad Alicudi.